Consulenza gratuita +39 3490572210​

Ciotole per cani: come scegliere quella giusta

Autore:

Beatrice Di Mauro

Pubblicato il:

Condividi:

ciotole per cani

Se ti stai chiedendo quale, tra tutte le ciotole per cani che ci sono in commercio, è la più adatta al tuo cane, allora sei nel posto giusto.

In questo articolo ti daremo tutte le indicazioni necessarie per scegliere la ciotola più adatta al tuo cane.

Iniziamo col dire che non si deve mai sottovalutare la necessità di scegliere quella giusta tra le tante tipologie esistenti a livello di materiali, forme, colori ed anche funzioni, tutti diversi uno dall’altro.

Affinché il tuo cane sia davvero appagato da ciò che mangia, infatti, non è importante solo il contenuto della ciotola ma anche la ciotola stessa

Per esempio, riusciremmo mai a mangiare una buona minestra, in un piatto da carne? O, al contrario, riusciresti a tagliare una bella bistecca in un piatto da minestra? 

Lo stesso vale anche per il tuo cane!

Oltre a questo, ogni cane ha le sue preferenze, il suo modo di mangiare e quindi sarà necessario trovare la soluzione più adatta a lui!  

Vediamo insieme come scegliere quella corretta!

L’importanza della gestione del pasto

Come abbiamo già avito modo di vedere all’interno dell’articolo di approfondimento, la gestione del pasto è di importanza fondamentale per risolvere i problemi che potrebbero portare il cane a non mangiare

Tanto importante che abbiamo deciso di creare una guida gratuita dove potrai trovare delle precise indicazioni che ti aiuteranno a prevenire o a risolvere questo tipo di difficoltà. 

Se vuoi scaricarla,CLICCA QUI.

All’interno della gestione del pasto, alcuni dei fattori che potrebbero portare il cane a non mangiare o bere riguardano proprio la forma e il materiale della ciotola. 

Pensa, per esempio, che Achille, il mio Beagle, non mangia da ciotole in acciaio e non beve da ciotole dispenser!

Per questo motivo è importante conoscere, per ciascuna categoria, le tipologie esistenti così da individuare la più appropriata.

Iniziamo!

Il materiale delle ciotole per cani

Il materiale è importantissimo sia per una questione di maggiore robustezza e stabilità della ciotola sia per una questione di odori: alcuni materiali, infatti, anche se lavati dopo ogni pasto, trattengono molto gli odori. 

Noi non lo sentiamo ma i nostri amici sì e questo potrebbe dare fastidio al loro naso sopraffino.

Oltretutto, ci sono dei materiali che meno di altri consentono un’adeguata pulizia: a occhio umano la ciotola potrà sembrare linda ma in realtà nasconde germi e batteri.

Vediamo, quindi, insieme alcuni dei materiali più frequentemente usati per le ciotole dei nostri cani, analizzando per ciascuna tipologia pregi e difetti.

Ciotole per cani in plastica

ciotole per cani in plastica

Questa è forse, fra le ciotole per cani, la più diffusa ed economica ma, a nostro parere, la meno consigliabile.

Questa ciotola, infatti, è molto leggera e può, quindi, essere spostata o addirittura ribaltata con grande facilità. 

Potrebbe anche rompersi con facilità e il cane potrebbe ingurgitare dei pezzi di plastica, anche affilati, mentre mangia.

In questo caso al rischio di farsi male per la forma del pezzo ingurgitato si aggiunge il fatto che le plastiche, usate soprattutto per i modelli più economici, sono ricche di sostanze altamente tossiche come il BPA o il PVC.

Queste sostanze sono state riconosciute dalla Corte di Giustizia Europea come tossiche e potenzialmente cancerogene per noi umani e di conseguenza anche per i nostri animali.

La plastica, inoltre, è un materiale che si consuma e si rovina facilmente; nel corso del tempo potranno, quindi, crearsi delle crepe che sono la casa ideale per i batteri.

Infine, un ultimo aspetto da considerare ma non per questo meno importante è che la plastica è sicuramente meno indicata anche per un discorso di impatto ambientale.

Ciotole per cani in acciaio inox

ciotole per cani in acciaio inox

La ciotola in acciaio è più resistente, pesante e stabile rispetto a quella in plastica, si può lavare meglio, e può andare anche in lavastoviglie.

Attenzione , però, al rumore! 

La ciotola in acciaio, infatti, può far rumore se sbatte contro qualcosa o se il cane la tocca con la zampa o con la medaglietta. Anche le stesse crocchette provocano rumore.

Questo può mettere in difficoltà cani con forti paure o sensibili al rumore.

Un aspetto tipico di queste ciotole è che trattengono molto l’odore del cibo, anche se le lavi dopo tutti i pasti, anzi, talvolta, l’odore che resta è proprio quello del detersivo.

Per questo molti cani, dopo qualche tempo di utilizzo, smettono di mangiare dalla ciotola o dimostrano un po’ di resistenza prima di iniziare il pasto.

Questo aspetto relativo agli odori non è da sottovalutare perché non incide solo negativamente sull’olfatto del cane ma si traduce anche in questione di igiene e sicurezza alimentare.

Il fatto che restino odori, infatti, significa spesso che i batteri e i germi non sono stati debellati del tutto ed hanno così la possibilità di proliferare senza impedimenti.

In ogni caso, se scegli di utilizzare una ciotola di acciaio inox, scegline sempre una con i bordi inferiori gommati in modo da renderla più stabile, o utilizza un portaciotole.

Ciotole per cani in ceramica

ciotole per cani in ceramica

La ciotola in ceramica è ancora più pesante rispetto quella in acciaio. Per questo è particolarmente indicate per i cani che tendono a spostarla o a rovesciarla mentre mangiano.

Questo tipo di ciotola, inoltre, si riscalda meno velocemente rispetto all’acciaio ed è particolarmente indicata per l’acqua nei periodi più caldi.

Anche questa può finire in lavastoviglie dopo un primo risciacquo.

La ceramica è sicuramente più delicata rispetto all’acciaio, quindi va maneggiata con maggiore cura: delle minuscole crepe possono far sì che il cibo rimanga incastrato, portando alla proliferazione di germi e batteri.

Questa ciotola si è dimostrata la soluzione vincente verso cani che hanno cominciato a dimostrare riluttanza verso l’acciaio.

Se non vuoi acquistarne una, puoi provare semplicemente usando un piatto in ceramica che hai già in casa.

Ciotole per cani in silicone

ciotole per cani in silicone

Le ciotole in silicone sono molto utili e pratiche durante viaggi brevi o nei periodi più caldi quando vogliamo offrire dell’acqua al nostro amico.

Non è indicata, però, nella quotidianità: spesso sono piccole, instabili e poco resistenti.

La forma delle ciotole per cani

La forma e la dimensione sono importanti perché il cane dovrà riuscire a mangiare senza impedimenti e difficoltà, salvo alcune eccezioni.

Anche in questo caso esistono diverse tipologie, vediamo insieme le principali.

Ciotole per cani anti-ingozzamento

Ciotole per cani anti-ingozzamento

In questo caso, la ciotola ha una forma particolare al suo interno poiché è solitamente composta da labirinti, spirali o spuntoni che possono essere circolari, ovali o quadrati. 

Questa ciotola è indicata per i cani voraci, per quei cani , cioè, che letteralmente aspirano il cibo, secco o umido che sia, insieme a molta aria e che di quindi rischiano delle gravi conseguenze a livello gastrico e intestinale, prima fra tutte la torsione dello stomaco.

Dato che esistono tantissimi modelli di questa ciotola, fai attenzione a quella che scegli: se hai un cucciolo o un cane dal muso corto, prediligi ciotole con ostacoli poco profondi, altrimenti il cane non riuscirà proprio a mangiare. 

In questo caso, ti consiglio la ciotola per le cucciolate. Si tratta di una ciotola circolare abbastanza larga, con al centro un conetto. 

Se dovessi utilizzarla, spargi il cibo per tutta la ciotola in modo che, tra un boccone e l’altro, il tuo cane abbia il tempo di ingerire. 

Un’alternativa a questi tipo di ciotola è anche un sottovaso, ampio con al centro qualcosa di pesante: i croccantini, o bocconi umidi, sparsi all’interno del sottovaso daranno tempo al cane di masticare e ingoiare con maggiore calma.

Purtroppo, queste ciotole sono prodotte quasi tutte in plastica, solo ultimamente ne ho vista qualcuna in silicone. 

Tuttavia, quando si prende questo tipo di ciotola, lo si fa per una necessità specifica, pertanto acquistala anche se in plastica e assicurati piuttosto di cambiala più frequentemente per evitare l’usura.

Ciotole per cani con le orecchie lunghe

Ciotole per cani con le orecchie lunghe

Sono ciotole che io chiamo “a vulcano”, perché hanno lati ripidi e un’apertura stretta.

Per noi proprietari di cani con le orecchie lunghe, queste ciotole sono una salvezza: eviteranno, infatti, che le loro orecchie finiscano direttamente dentro al cibo.

La consiglio anche per l’acqua, soprattutto ai proprietari di Beagle, Basset Hound e Cocker così da evitare che le loro orecchie si inzuppino completamente, lasciando delle belle strisciate per tutta casa.

Tuttavia, fai attenzione, questo ciotole hanno un difetto: il cibo si accumula in un unico punto e questo può portare il cane a mangiare più voracemente. 

Valuta, quindi, sempre con attenzione come il tuo cane gestisce il pasto.

Infine, considera anche che a non tutti i cani piace infilare il muso in ciotole troppo strette.

Pertanto, anche in questo caso, dovrai provare e vedere come reagisce il tuo cane.

Ciotole per cani larghe

Ciotole per cani larghe

Questo tipo potrebbe essere considerato il modello universale tra le ciotole disponibili.  

Si adatta, infatti, a quasi ogni tipo di cane, a patto che non si ecceda troppo nella larghezza rispetto alla taglia del cane.

Oltretutto, il fatto che sia larga e che consenta quindi al cibo di spargersi bene al suo interno, agevola una consumazione lenta del pasto.

Ciotole per cani sollevate

La ciotola sollevata viene spesso consigliata per prevenire il rischio di torsione dello stomaco. 

Ciotole per cani sollevate

In realtà, i pareri degli esperti al riguardo sono piuttosto discordanti: ci sono veterinari che la consigliano in tal senso e altri che, invece, suggerisco di evitarla del tutto.

Sicuramente sono indicate per cani anziani, con artrosi o dolori muscolari, o in fase riabilitativa dopo un intervento chirurgico.

In conclusione 

La forma ed il materiale della ciotola sono aspetti fondamentali per assicurarti che il tuo cane mangi volentieri e senza alcun tipo di difficoltà e per questo spero che queste indicazioni ti siano di aiuto.

Detto questo, ricordati, però, che ci sono molti altri fattori, sempre relativi alla gestione del pasto, altrettanto importanti da tenere in considerazione.

Per questo e per essere sicuro di star facendo le cose al meglio, scarica la guida gratuita che abbiamo creato, dedicata proprio a questo argomento.

All’interno troverai diversi consigli pratici da mettere subito in atto!

Per averla,CLICCA QUI!

Prima di salutarti, un’ultima raccomandazione: aldilà della tipologia di ciotola che sceglierai o che hai già, posizionala sempre sopra un sottociotola.

In commercio ne esistono diverse tipologie, io personalmente consiglio ed utilizzo quelle in silicone perché danno un grip in più alla ciotola e sono più facili da lavare. 

In ogni caso, anche una semplice tovaglietta americana andrà bene, sempre che non scivoli troppo sul pavimento.

Adesso, però, fammi conoscere nei commenti la tua esperienza: che tipo di ciotole stai usando e come si trova il tuo cane?

Lascia un commento