Consulenza gratuita +39 3490572210​

Come insegnare il terra al cane in 3 semplici step

Beatrice Di Mauro
come insegnare il terra al cane

Dopo il seduto, in questo articolo ti spiegherò come insegnare il terra al cane attraverso tre semplici step!

Nello specifico, il terra è uno dei segnali che può essere molto utile nella vita di tutti i giorni, come al ristorante, al bar o se ti fermi a parlare con degli amici durante la passeggiata, oltretutto allena la capacità motoria del cane.

Tuttavia, la cosa più importante, quando svolgi attività di questo tipo, è l’attitudine ossia il tuo desiderio deve essere di fare qualcosa di divertente e di piacevole per entrambi, per te e per il cane, in modo da arricchire sempre di più la vostra relazione.

Detto, questo iniziamo!

E partiamo con il dire che per insegnare il “terra”, dovrai mettere il tuo cane in posizione seduta.

Per questo motivo, se ancora non hai insegnato al tuo amico questo segnale, clicca qui, e verrai indirizzato all’articolo in cui spiego come fare!

Una volta chiesto il seduto, puoi utilizzare il luring per indurre il tuo cane ad appoggiare i gomiti sul pavimento. Vediamo esattamente come fare.

Insegnare il terra al cane con il luring

Partire dalla posizione di seduto è molto più semplice anche per il cane, che sarà agevolato nei movimenti. 

Come per il seduto, anche qui useremo dei bocconcini. Scegli quelli che ritieni più gustosi e tagliali a pezzi molto piccoli. Tienine in mano circa una decina.

Avverti il cane che stai per iniziare quest’attività. La contestualizzazione è molto importante.

Come detto poco sopra, chiedi al tuo cane di mettersi seduto di fronte a te, e inizia con il luring, che letteralmente significa attirare. 

Prendi, cioè, un bocconcino in una mano e tieni gli altri nell’altra, dietro la schiena.

Avvicina la mano con il bocconcino al naso del cane e sposta lentamente la mano verso il basso, tra le zampe anteriori.

cane che fa il terra con il bocconcino

È molto probabile che, seguendo questo movimento, il cane appoggi i suoi gomiti per terra. Quello è il momento giusto per premiarlo: digli “bravo” mentre apri la mano per fargli mangiare il bocconcino.

Se il tuo cane non dovesse seguire da subito tutto il movimento, premialo step-by-step, prima perché ha abbassato il muso, poi perché ha leggermente piegato il gomito e via via finché non arriva a terra.

Nel caso in cui, invece, ti rendessi conto che ha difficoltà nel seguire da subito la tua mano o in generale nell’appoggiare i gomiti a terra, vale la pena fare attenzione anche al luogo in cui stai svolgendo l’attività.

Molti cani, infatti, specialmente quelli a pelo raso come Levrieri, Dobermann e Pinscher, sono molto sensibili alle diverse superfici

Per questo motivo, puoi provare, soprattutto all’inizio, a lavorare su superfici morbide, come la sua cuccia, oppure mettendo per terra una copertina che ammorbidisca un po’ la superficie, in particolare se il pavimento di casa tua è fatto da piastrelle o mattonelle. 

Inoltre, sappi che alcuni cani hanno più difficoltà rispetto ad altri: i levrieri rescue, per esempio, hanno grandissime difficoltà in questi esercizi e hanno bisogno di molto tempo e pazienza.

In ogni caso, una volta ottenuto il comportamento, prova ad alzarti: se il cane rimane a terra, premialo! Il nostro obiettivo è quello di fargli tenere il comportamento il più a lungo possibile, quindi rinforzalo!

Usa il bocconcino come rinforzo

usare il bocconcino come rinforzo

Una volta che il tuo gesto e la risposta del cane saranno fluidi, potrai usare il bocconcino solo come premio

Mostra al tuo amico che la mano è vuota (vietato categoricamente prendere in giro il cane), e compi lo stesso movimento di prima. 

Se il cane segue le indicazioni premialo, mettendo il bocconcino nella stessa mano che hai usato per guidarlo.

Mano mano che il segnale diventa più fluido, puoi diminuire l’ampiezza del gesto, alzandoti anche da terra.

segnale terra con braccio lungo il corpo

Se vedi che il cane ha qualche difficoltà, torna indietro: torna, quindi, ad abbassati o rimetti il bocconcino nella mano, utilizzandolo come stimolo.

Inserisci il segnale verbale

Una volta che il segnale gestuale sarà ben appreso, potrai inserire quello verbale!

Come abbiamo già visto per il seduto, il segnale verbale deve essere inserito immediatamente prima del gestuale e non contemporaneamente. 

“TERRA!” > GESTO > EMISSIONE COMPORTAMENTO

Quello che otterrai sarà, anche qui, un’anticipazione del comportamento: il cane non aspetterà il gesto con la mano ma si metterà a terra quando sentirà il comando:

“TERRA!” > EMISSIONE COMPORTAMENTO

segnale terra completo

Per premiarlo puoi anche lanciare il bocconcino in modo che si sposti senza che glielo debba chiedere tu, col rischio di aumentare il numero delle tue richieste e di mandarlo in confusione.

Fai diverse ripetizioni e dai tempo al cane di capire che cosa gli stai chiedendo, all’inizio, infatti, potrebbe metterci qualche secondo a intendere la tua richiesta.

A questo punto, non mi resterebbe che augurarvi buon divertimento, tuttavia, prima, ecco qualche altra indicazione utile! 

Indicazioni utili

Come abbiamo già visto per il seduto, anche in questo caso, l’esercizio deve essere proposto, all’inizio, in un luogo tranquillo, dove il cane si possa concentrare, senza distrazioni. 

Solo dopo, quando il segnale sarà ben appreso, potrai inserire delle distrazioni.

Mi raccomando inseriscile in modo graduale: parti, per esempio, chiedendo un seduto all’aperto ma in una via isolata e tranquilla, solo dopo potrai arrivare a chiederglielo in un parco con tanto di persone e cani che passeggiano.

Accertati sempre che la situazione in cui gli stai chiedendo il seduto non lo metta troppo a disagio: la tua richiesta non deve essere un comando da eseguire ad ogni costo.

Del resto, le attività che stai facendo sono di gioco e senza divertimento non c’è apprendimento, quindi divertiti e non fissarti sul risultato! 

Le sessioni, poi, devono essere brevi, di pochi minuti, piuttosto ripetute nell’arco della giornata.

Quando tu e il tuo cane sarete ormai esperti, potrete arrivare anche a sessioni di quindici minuti.

Termina la sessione quando il suo entusiasmo è ancora alto, in modo che abbia di queste interazioni un ricordo molto positivo e non un: “uffa, che noia, ancora questa cosa!”.

Infine, ricordati di chiudere l’attività con un segnale ben definito, come il “finito!”, e rilassatevi. 

Ora non resta davvero che mettersi all’opera! 

Facci sapere nei commenti come andrà e facci sapere anche se desideri conoscere altri modi con cui insegnare il terra al cane. Questo, infatti, è solo uno tra quelli possibili!

Nel frattempo, se desideri approfondire questo genere di argomenti e capire come costruire una relazione piena ed appagante con il tuo cane, ti consiglio il video corso Una Base Sicura, di Angelo Vaira, direttore e fondatore della Scuola Cinofila ThinkDog.

Buon divertimento!

Lascia un commento