Dieta casalinga per cani: cos’è e quali sono i pro e i contro?

dieta casalinga per cani

Ti stai interessando alla dieta casalinga per cani e hai qualche dubbio?

Allora, sei capitato nel posto giusto! Alla fine della lettura avrai le idee più chiare!

In questo articolo, infatti, ti parlerò di questo tipo di alimentazione, delle sue caratteristiche principali, dei suoi vantaggi e soprattutto ti dirò se è una dieta davvero adatta ad ogni tipo di cane.

Iniziamo!

L’errore di fondo nella dieta casalinga per cani

La dieta casalinga è di certo la più conosciuta tra le diete naturali ed è anche, forse, la più diffusa.

Questo perché, rispetto ad altri stili alimentari, è di più facile gestione sia in termini di preparazione che di reperibilità prodotti e anche perché è quella generalmente più conosciuta e perciò più consigliata dai veterinari.

Tuttavia, spesso si pensa che per dieta casalinga si intenda cuocere giusto un po’ di carne, un po’ di verdura, un po’ di riso e mettere tutto insieme nella ciotola, immaginando che questo basti per rendere il proprio cane sano e felice piuttosto che dargli le solite crocchette.

In realtà, le cose non stanno esattamente così.

Se decidi di seguire questa strada, infatti, devi farlo responsabilmente e con criterio, senza dimenticarti che davanti hai un individuo con le sue specifiche necessità alimentari.

Per questo motivo, devi essere sicuro che ciò che andrai a mettere nella ciotola sia indicato per il tuo cane e soprattutto dovrai essere sicuro che questo tipo di dieta faccia davvero al caso suo.

Ma di questo ti parlerò più avanti, adesso capiamo bene che cos’è la dieta casalinga.

Dieta casalinga per cani: cos’è

La dieta casalinga consiste, in poche parole, nel cucinare tu per il tuo cane.

Gli alimenti usati sono sia di origine animale e cioè carne, compresa quella di pesce, sia di origine vegetale, in particolare le verdure.

A questi alimenti si aggiungono, poi, degli oli, come l’olio evo ma anche l’olio di lino, l’olio di cocco o l’olio di semi di girasole e delle specifiche integrazioni.

In questo caso, la scelta delle integrazioni dipende dal cane in questione.

In generale, si potrebbe trattare, per esempio, di un’integrazione di sali minerali, di vitamine ma anche di probiotici e di sostanze che stabilizzano la risposta della mucosa intestinale, soprattutto all’inizio, quando si propone questo stile alimentare ad un cane ha sempre mangiato crocchette.

Integrazioni, però, sempre e soltanto di origine naturale!

Solitamente gli alimenti vengono cotti o scottati, sebbene possano esserci delle eccezioni sia per quanto che riguarda la carne, a patto che non si tratti di quella di maiale, sia per quanto riguarda le verdure.

Queste, infatti, possono essere offerte anche crude.

Qui la cosa importante è che siano frullate perché solo in questo modo il cane, che non è un erbivoro, potrà ben assimilare le vitamine e le sostanze antiossidanti contenute.

Se deciderai di darle crude, potrai anche pensare di frullare una quantità maggiore di quella che metterai nella ciotola e lasciarla, giusto per qualche giorno, in frigorifero cosicché si attivi una piccola fermentazione.

In questo modo, le verdure saranno ancora più facili da assimilare per il tuo cane.

Cereali sì o cereali no?

cereali nella dieta casalinga per cani

Forse ci avrai fatto caso ma tra gli ingredienti che ho citato mancano i cereali.

Beh, non è stata una dimenticanza!

I cereali ed anche gli pseudo-cereali, infatti, non sono strettamente necessari al cane.

Non per questo, però, sono da considerarsi per forza la fonte di ogni male.

Diciamo che, pur non essendo fondamentali, possono essere aggiunti alla dieta, sempre che siano di qualità e in quantità contenute.

Di solito vengono aggiunti quando un cane ha difficoltà a mantenere il suo peso forma ottimale.

Generalmente, quelli più consigliati sono il riso o il miglio poiché contengono meno lectine, che sono delle molecole capaci di interferire con l’assorbimento dei nutrienti e di infiammare la mucosa intestinale anche di intestini sani.

Scelta degli alimenti e dosaggio

alimenti e dosaggio nella dieta casalinga per cani

La scelta specifica degli ingredienti da utilizzare va fatta mettendo in relazione le necessità del cane che si ha di fronte con le caratteristiche dei singoli alimenti, soprattutto in termini di valore biologico, digeribilità e apporto proteico.

Lo stesso vale per il dosaggio che non potrà essere improvvisato ma dovrà essere rapportato allo stile di vita e alla fase della vita del singolo cane in questione.

Un cane in fase di accrescimento avrà necessità ben diverse da un cane anziano, così come avranno necessità diverse un cane adulto impegnato in tornei di agility e un altro, della medesima età, che, però, fa giusto le sue tranquille passeggiate quotidiane.

La dieta casalinga, insomma, come dicevo all’inizio, non può essere fatta in modo approssimativo, diversamente correresti il rischio di causare, nel medio lungo termine, degli squilibri e delle carenze nutrizionali.

Aspetto questo non di poco conto sia per quanto riguarda animali sani sia, e a maggior ragione, se il tuo cane ha qualche acciacco.

Capisci, quindi, che, sebbene ci siano diversi libri validi che ti possono essere utili al riguardo, la cosa migliore che puoi fare quando intraprendi questa strada, è quella di rivolgerti ad un veterinario specializzato in nutrizione.

In questo modo, potrai stare tranquillo e farai le cose al meglio!

I vantaggi della dieta casalinga

Tra tutte le diete naturali per cani, la dieta casalinga è forse quella di più facile gestione e per questo ha diversi vantaggi.

Innanzitutto, non dovrai faticare particolarmente nel reperire gli ingredienti da utilizzare.

Rispetto, per esempio, alla BARF, infatti, non vengono utilizzate ossa e neppure frattaglie.

Insomma, quando fai la spesa per te, potrai prendere anche ciò che serve per il tuo cane.

Mi raccomando solo di avere sempre un occhio di riguardo alla qualità e alla provenienza della materia prima che sceglierai.

La rotazione degli alimenti, poi, è di solito più contenuta, trattandosi di una dieta piuttosto standardizzabile e per questo, talvolta, di più semplice organizzazione.

Insomma, se stai valutando il passaggio a questo tipo di alimentazione, stai valutando, di fatto, quella che, nella maggior parte dei casi, è la scelta migliore da diversi punti di vista, compreso quello relazionale.

Non solo, infatti, il tuo cane sarà più sano ed appagato ma il momento pappa assumerà un valore importante all’interno della vostra relazione.

Il tempo, l’attenzione, la cura che dedicherai alla preparazione della ciotola saranno notati dal tuo amico a quattro zampe e non faranno altro che aumentare le sue aspettative ed il suo interesse nei tuoi confronti.

Diventerà a tutti gli effetti un momento di condivisione.

La dieta casalinga è una dieta per tutti i cani?

Attenzione, però, non è detto che questo tipo di dieta sia appropriato per ogni cane.

Ci sono dei cani, infatti, che per un loro specifico stato di salute, non riescono a passare del tutto a questo stile alimentare e devono mantenere anche un solo pasto al giorno a base di crocchette.

Ancora una volta, la scelta va presa in base all’individuo che si ha di fronte, in relazione alla sua età, alle sue necessità di salute e a ciò che ha mangiato fino a quel momento.

Per questo è importante essere accompagnati da un professionista e una volta iniziato il percorso, osservare la risposta del cane, anche da un punto di vista strettamente fisiologico.

Osserva le feci, la loro consistenza ed il loro colore, tenendo a mente che delle variazioni, all’inizio, possono essere normali.

Osserva se nelle feci è presente materiale indigerito e osserva poi se si verificano episodi di vomito o rigurgito.

Tutto questo ti permetterà di valutare, nel caso, l’interruzione della dieta o anche solo di modularla al meglio.

Del resto, il nostro obiettivo deve essere sempre quello di migliorare la vita del nostro cane e non certo di peggiorarla, non sei d’accordo?

Se, comunque, per questioni organizzative o per questioni di salute del tuo cane, non seguirai una dieta casalinga, potrai utilizzare prodotti industriali purché siano di alta qualità e più naturali possibili.

Se vuoi una mano nell’individuare prodotti di questo tipo, ti ricordo che puoi approfittare del nostro servizio gratuito di consulenza.

Farlo è semplice, ti basta compilare il modulo qui sotto.

Per chi è la consulenza?
Di che razza è?
Quanto pesa?
Quanti anni ha/hanno il tuo/i tuoi cane e/o gatto?
Cosa mangia o mangiano attualmente?
Ha o hanno problemi di masticazione?
Ha problemi di allergie o intolleranze?
Quando preferisci che venga fatta la consulenza?
Invia la tua richiesta

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche:

etichette del pet food

Scopri la verità dietro le etichette del Pet Food

dieta barf per gatti

Dieta BARF per Gatti: una rivoluzione alimentare o un rischio nascosto?

dieta paleo per cani

Dieta Paleo per cani: un’alimentazione naturale davvero particolare

semi di zucca al cane

Semi di zucca al cane: come e perché