Dieta Paleo per cani: un’alimentazione naturale davvero particolare

Hai sentito parlare della dieta paleo per cani e magari ti stai chiedendo se è una dieta adatta al tuo compagno a 4 zampe? Bene, sei nel posto giusto!

In questo articolo ti parlo di questo particolare stile alimentare che si rifà addirittura all’alimentazione seguita nel Paleolitico.

Ti parlerò delle sue caratteristiche, di come è composta una ciotola di Paleo e di cosa è importante fare se decidi di seguire uno stile alimentare come questo.

Le origini della dieta Paleo

dieta paleo per cani

La dieta Paleo è uno stile alimentare che, in realtà, originariamente, è stato messo a punto per l’uomo ed è stato poi esteso al cane.

Le sue origini, infatti, risalgono ai primi anni 2000 quando Loren Cordain, nutrizionista e professore della Colorado State University, pubblica il suo libro “The Paleo Diet” e cioè “La Paleo Dieta” a cui segue, a pochi anni di distanza, “The Paleo Diet for Athletes” e cioè “La Paleo Dieta per gli atleti”.

È uno stile alimentare che ha come obiettivo quello di far riemergere e rispettare il vero patrimonio genetico, nostro e dei cani ed è, ad oggi, piuttosto dibattuto.

Ti dico solo che, per quanto riguarda l’alimentazione umana, la comunità scientifica contemporanea lo ha definito di difficile applicazione ed anche potenzialmente nocivo per i soggetti più fragili.

Varrà lo stesso anche per i nostri cani?

Alla fine dell’articolo, avrai le idee più chiare, adesso, però, capiamo esattamente in cosa consiste questo tipo di dieta.

La composizione della dieta Paleo per cani

composizione dieta paleo per cani

Partiamo dalla composizione, che dovrà replicare ciò che il cane avrebbe potuto mangiare circa 10.000 anni fa, prima della nascita dell’agricoltura e dell’allevamento.

Una ciotola paleo sarà, quindi, composta, in primo luogo, da carne, ovviamente cruda e magra, esattamente come sarebbe stata quella di una preda del Paleolitico.

Perciò, si utilizzano soprattutto carne bianca, selvaggina, pesce ma anche carni di manzo e maiale purché private del grasso in eccesso.

I volatili dovrebbero essere dati interi, eventualmente macinando, tutto insieme, carne, ossa e frattaglie.

L’ideale è utilizzare un solo tipo di proteina per pasto.

Oltre alla carne, nella ciotola si dovranno aggiungere oli vegetali e ciò che il cane avrebbe ritrovato in natura e, quindi, frutta fresca di stagione e verdura, soprattutto in foglia verde e che non contenga amidi.

E poi uova, bacche, noci e semi oleosi, come quelli di zucca o di girasole.

Servono integrazione con la dieta Paleo?

Una delle differenze principali tra la Paleo e l’altra dieta ancestrale per eccellenza e cioè la RAW, riguarda gli integratori.

Se nella RAW questi erano assolutamente esclusi, qui diventano d’obbligo.

Nello specifico, è obbligatorio l’utilizzo di integratori:

  • di sali minerali, per garantire un corretto apporto di calcio e fosforo
  • di omega 3 e omega 6, per riequilibrare il rapporto di acidi grassi essenziali spesso compromesso nelle carni industriali
  • e di enzimi digestivi, per riattivare la normale funzionalità digestiva, necessaria per introdurre questo tipo di dieta

Dosaggi della dieta Paleo per cani

Già da questo semplice elenco di ingredienti, puoi capire chiaramente quali sono le principali caratteristiche nutrizionali di questa dieta e forse, puoi già farti un’idea dei suoi pro e dei suoi contro.

Fra poco, comunque, li vedremo insieme; prima, manca ancora un aspetto importantissimo di cui parlare, te ne sarai accorto!

E cioè il dosaggio in termini sia di composizione della ciotola, sia di razione giornaliera.

All’interno della ciotola, la quota più importante spetta ai prodotti di origine animale che dovranno rappresentare il 50-60% della composizione e dovranno essere così suddivisi: un quarto di muscolo, un quarto di ossa polpose e due quarti di frattaglie.

Il 20-25% della composizione dovrà essere costituito da grassi ed il restante 15-30% sarà, invece, formato dagli altri ingredienti elencati poco fa, come, per esempio, la frutta fresca e le verdure non amidacee.

La dose giornaliera per un cane adulto è quella del 2-3% del suo peso, da suddividere in 1 o 2 pasti al giorno; mentre quella per un cucciolo è del 4-6% del suo peso, da suddividere in 3 o 4 pasti giornalieri.

Caratteristiche nutrizionali e considerazioni finali sulla dieta Paleo per il cane

Tirando, quindi, le somme: la dieta Paleo è una dieta molto ricca di proteine animali, con un quantitativo non indifferente di grassi, senza cereali e molto povera di carboidrati, che sono quelli offerti unicamente dalle bacche e dalla frutta.

Da questo, cosa ne deduciamo?

Beh, sicuramente, questo tipo di dieta ti garantisce tutti i vantaggi di un’alimentazione grain free e naturale al 100%, senza conservanti, additivi o zuccheri lavorati.

Oltretutto, proprio per la sua composizione, la Paleo è spesso una dieta molto appetibile per i cani.

Tuttavia, devi fare attenzione perché, visti gli ingredienti usati e il loro dosaggio, il tenore proteico e calorico di una ciotola di questo tipo è davvero tanto elevato, tanto da non essere per forza adatto ad ogni cane.

Quando si sceglie uno stile di alimentazione, qualsiasi esso sia, bisognerebbe sempre farlo tenendo bene in considerazione l’età, lo stato di salute ma anche solo lo stile di vita di ogni singolo individuo.

Per questo motivo, se ti trovi in questa situazione e soprattutto se stai valutando di passare ad una dieta naturale, specie se particolare come la Paleo, chiedi sempre il parere di un esperto, meglio se è un veterinario specializzato in nutrizione.

In questo modo saprai se è opportuno fare il cambio e in particolare come farlo.

Tuttavia, ricordati sempre che se il tuo obiettivo è di offrire al tuo cane un’alimentazione in tutto e per tutto naturale, come questa o come la dieta casalinga ma il tuo stile di vita non te lo consente, puoi sempre rivolgerti al cibo industriale.

Cibo industriale ma solo di alta qualità!

Se vuoi una mano nell’individuare prodotti di questo tipo, ti ricordo che puoi approfittare del nostro servizio gratuito di consulenza.

Farlo è semplice, ti basta compilare il modulo qui sotto.

Per chi è la consulenza?
Di che razza è?
Quanto pesa?
Quanti anni ha/hanno il tuo/i tuoi cane e/o gatto?
Cosa mangia o mangiano attualmente?
Ha o hanno problemi di masticazione?
Ha problemi di allergie o intolleranze?
Quando preferisci che venga fatta la consulenza?
Invia la tua richiesta

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche:

etichette del pet food

Scopri la verità dietro le etichette del Pet Food

dieta barf per gatti

Dieta BARF per Gatti: una rivoluzione alimentare o un rischio nascosto?

dieta paleo per cani

Dieta Paleo per cani: un’alimentazione naturale davvero particolare

semi di zucca al cane

Semi di zucca al cane: come e perché