Aiuto! Il mio cane ingoia senza masticare

cane ingoia senza masticare

Il tuo cane ingoia senza masticare le crocchette?

Sappi che non potrebbe essere diversamente!

In questo articolo ti spiego il perché.

Il cane: una specie diversa

“Mastica bene perché la prima digestione avviene in bocca” quante volte ce lo siamo sentiti dire!

E, in effetti, è vero: grazie all’azione della nostra dentatura piatta e a quella di particolari enzimi presenti nella nostra saliva, il processo digestivo inizia, a tutti gli effetti, nella bocca.

Gli alimenti vengono triturati dai denti e gli amidi, in particolare, vengono già parzialmente digeriti attraverso l’azione dell’enzima amilasi.

Tutto questo, però, riguarda noi e non certo i nostri cani che, non dimenticarti mai, appartengono ad una specie diversa dalla nostra e cioè a quella di animali carnivori.

Hanno, perciò, delle caratteristiche organiche diverse, a partire, in primo luogo, dalla bocca.

La bocca del cane

bocca del cane

Hai mai osservato con attenzione la bocca, nello specifico i denti del tuo cane?

Beh, non sono affatto piatti come i nostri. Quelli non sono, di certo, i denti di un gran masticatore, anzi tutto il contrario!

Sono denti grandi e taglienti, tipici di un predatore, strutturati per afferrare la preda, per poi strapparne, lacerarne, romperne la pelle, la carne, le ossa, le interiora e buttare giù tutto velocemente.

Pensa, insomma, a un leone quando preda, per esempio, una zebra: non è che si intrattenga poi molto a masticare ogni boccone, tutt’altro!

Lo stesso vale per il cane che,  nei millenni di convivenza con l’uomo, ha subito delle modifiche rispetto al suo antenato lupo, ma da un punto di vista prettamente anatomico dell’apparato boccale, è un carnivoro al 100%.

La saliva del cane

saliva del cane

Oltretutto, non ti deve preoccupare il fatto che mandi giù bocconi non particolarmente triturati.

Le cose di cui ti devi preoccupare sono altre e te le dirò fra poco ma di questo aspetto no, perché il suo organismo è preparato.

La sua saliva, infatti, oltre a svolgere una funzione antibatterica, è anche particolarmente densa. Ci avevi mai fatto caso?

Questa particolare consistenza è dovuta a un polisaccaride lubrificante, la mucina, che avvolge ciò che il cane sta mangiando in una sorta di pellicola

In questo modo, il boccone potrà essere deglutito e raggiungere lo stomaco senza ledere alcun organo interno, in particolare l’esofago.

Ciò di cui preoccuparti: il processo digestivo del cane 

Da tutto ciò capisci che non è un problema che il cane non mastichi perché… è un cane!

Tuttavia, questa sua struttura anatomica ci fa anche capire che l’intero processo digestivo è esclusivamente a carico di stomaco e piccolo intestino, altro aspetto tipico di un animale carnivoro.

La prima cosa, quindi, di cui ti devi realmente preoccupare è che il cibo che scegli sia adatto alla sua funzionalità digestiva e cioè adatto ad un carnivoro.

Se usi prodotti industriali, per essere sicuro di fare una buona scelta, ti potrà essere d’aiuto l’articolo di approfondimento su come scegliere il miglior cibo che puoi leggere, cliccando qui.

In ogni caso, le caratteristiche basilari che questo deve avere sono due: che contenga realmente la carne come ingrediente principale e che gli amidi, se presenti, siano in quantità contenute.

La saliva dei cani, a differenza della nostra, non contiene l’enzima amilasi; perciò, gli amidi non vengono già parzialmente elaborati in bocca ma solo e direttamente dall’apparato gastrico.

E per quanto il cane abbia sviluppato, nel corso dei secoli, tre coppie di geni deputati all’elaborazione di queste sostanze, ciò non toglie che la loro quantità debba essere sempre e comunque contenuta.

Diversamente si metterebbe in grossa difficoltà il suo organismo.

Questo aspetto è molto importante soprattutto se usi crocchette nelle quali, spesso, la quota amidi supera addirittura il 30% della composizione.

Quando utilizzi questo tipo di cibo, esponi il tuo cane a dei rischi di salute davvero elevati: carenze nutrizionali, insulino-resistenza ed obesità sono solo alcuni esempi.

Ciò di cui preoccuparti: come mangia il cane

La seconda cosa di cui ti devi preoccupare non è tanto se il cane mastica o meno, quanto la modalità con cui mangia.

Mangia in maniera tranquilla, rilassata? Oppure mangia con foga e in modo frenetico?

In questo secondo caso è bene che tu intervenga, utilizzando magari delle ciotole anti-ingozzamento.

Il rischio, infatti, è che ingurgitando tutto in maniera tanto esagitata, ingurgiti anche grandi quantità di aria il che è molto rischioso.

Possono, infatti, verificarsi, per esempio, episodi di gonfiori addominali con conseguenti dolori, problemi di flatulenze e addirittura si aumenta il rischio di torsione dello stomaco.

Il cane ingoia senza masticare: in conclusione

Se il tuo cane è tra quelli a cui piace gustare ogni boccone con i giusti modi e se sei certo che il cibo che utilizzi abbia in tutto e per tutto una composizione appropriata, non hai, poi, molto di cui preoccuparti.

Diversamente, se hai dei dubbi sulle caratteristiche del prodotto che stai usando e temi che queste possano rappresentare un rischio per la salute del tuo compagno a quattro zampe, contattaci! 

Saremo felici di aiutarti attraverso una consulenza alimentare gratuita.

Farlo è semplice, ti basta compilare il modulo qui sotto

Per chi è la consulenza?
Di che razza è?
Quanto pesa?
Quanti anni ha/hanno il tuo/i tuoi cane e/o gatto?
Cosa mangia o mangiano attualmente?
Ha o hanno problemi di masticazione?
Ha problemi di allergie o intolleranze?
Quando preferisci che venga fatta la consulenza?
Invia la tua richiesta

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche:

etichette del pet food

Scopri la verità dietro le etichette del Pet Food

dieta barf per gatti

Dieta BARF per Gatti: una rivoluzione alimentare o un rischio nascosto?

dieta paleo per cani

Dieta Paleo per cani: un’alimentazione naturale davvero particolare

semi di zucca al cane

Semi di zucca al cane: come e perché