Kong per cani: cos’è e come si usa

kong

Kong è un’azienda inglese, produce vari giochi e strumenti per i cani, ma ormai si identifica principalmente con questo strumento.

Abbiamo realizzato una guida scritta e in formato video per darti tutte le informazioni per utilizzare al meglio questo strumento.

Cos’è il Kong?

Il Kong è un oggetto che non deve mai mancare nel kit di un bravo proprietario. Personalmente suggerisco di averne più d’uno, per avere sempre un Kong pronto all’uso mentre l’altro è in fase di lavaggio.

È adatto a qualsiasi tipo di cane, perché è presente in tutte le misure, dalla x-small alla xx-large!

Il materiale è completamente atossico, quindi non preoccupatevi se il vostro cane dovesse romperlo e ingerirne un pezzo, non accadrà nulla di male. 

Il colore identifica inoltre la durezza, e quindi la resistenza, del materiale:

  • Puppy: rosa e azzurro, sono morbidissimi, adatti per i cuccioli
  • Classic: rosso, per cani adulti
  • Senior: viola, per cani anziani 
  • Extreme!: nero, per i super masticatori.

Ludovica nel video mostra un Kong Classic di taglia M, che utilizza per il suo Cocker, lo stesso che utilizzo io per il mio Beagle.

Come si utilizza?

Può essere utilizzato davvero in mille modi diversi.

I principali sono due:

  • Riempirlo di premietti che il cane deve poi estrarre
  • Riempirlo con creme, mousse o paté in modo che il cane sia impegnato in un’attività prolungata di leccamento

Queste modalità di utilizzo del Kong hanno effetti completamente diversi.

Nel primo caso si tratta di attivazione mentale, in cui lo stato emotivo del cane si innalza.

Nel secondo si ottiene un effetto di rilassamento. 

Il Kong come strumento per rilassarsi

Quando riempiamo il Kong con creme o simili, il cane ne lecca il contenuto. L’effetto che si ottiene e lo stesso di quello dell’attività di masticazione, ovvero far sì che l’organismo del cane sviluppi e rilasci endorfine, che sono l’ormone dell’appagamento e aiutano il cane a rilassarli.

Tutto questo ci può essere utile in diverse situazioni, come per esempio quando desideriamo aiutare il cane a rilassarsi sulla copertina o all’interno del trasportino. Molto utile anche quando mangiamo o abbiamo ospiti. Oppure ancora quando il cane deve rimanere a casa da solo per qualche ora.

Il Kong può essere d’aiuto al cane anche per gestire al meglio situazioni di ansia, frustrazione.

Molto utile anche con i cuccioli, sia in fase di dentizione, ossia quando cambiano i denti, per alleviare il fastidio alle gengive, sia per la gestione del tempo.

Come e con cosa si riempie?

Non dimentichiamoci che il risultato deve essere quello di un’attività di leccamento prolungata!

La cosa importante è che almeno l’ultimo strato del Kong sia con qualcosa che garantisca quest’attività, come per esempio Sottiletta o ricotta, va bene anche cibo umido, purché sia di qualità.

Sbizzarritevi per la parte centrale! Possiamo creare diverse consistenze inserendo biscottini solidi o elementi morbidi, come frutta e verdura, continuare con creme o mescolare tutto insieme!

In periodi caldi come l’estate, il Kong può essere preparato e congelato. In questo modo, oltre a rilassarsi, il cane può rinfrescarsi. Attenzione però: prima di darlo al cane, passatelo sotto l’acqua tiepida per evitare che la lingua rimanga attaccata alla gomma ghiacciata.

Oltre al congelatore, il Kong può essere utilizzato anche in microonde!

Per rendere più complicato l’utilizzo del Kong, sbriciolo delle crocchette di ottima qualità nelle fette di Sottiletta, le incastro nel Kong e gli faccio fare un giro veloce nel microonde. In questo il formaggio aderisce alle pareti, e quando si raffredda diventa molto difficile da rimuovere. Date il Kong al cane solo quando la Sottiletta è completamente fredda, per evitare ustioni. 

Questa ricettina è destinata solo a cani molto esperti e tenaci, in quanto particolarmente difficile.

Un’altra cosa molto carina potrebbe essere quella di inserire un masticativo all’interno del Kong riempito di creme, in modo che il cane debba prima rimuovere il bastoncino, masticarlo e successivamente svuotare il Kong.

Alcune indicazioni utili

Il kong deve essere gestito correttamente.

Le prime volte  che si offre al cane bisogna essere presenti fisicamente, in modo tale da verificare come interagisce con l’oggetto e se necessario intervenire.

Fai in modo, inoltre, che il Kong sia di facile consumazione, almeno all’inizio, con pochi ingredienti e poco pressati. Il cane deve sentirsi capace. Se dovesse trovarsi davanti a una situazione troppo complicata per lui, interromperebbe subito, perdendo interesse per quell’attività.

Man mano che diventa indipendente, aumenta la difficoltà, la quantità di cibo e la pressione con cui è inserito.

Il Kong può essere usato anche come sostitutivo dei pasti!

Molto utile per i cani voraci, che tendono a finire il pasto velocemente, o nei cani di piccola taglia, per i quali c’è la preoccupazione che a causa degli snack non mangino il cibo principale.

In questo caso si uniscono le due cose e si ha la certezza che termini il pasto con tutti i benefici dell’attività di leccamento e masticazione.

Infine, una volta che il tuo cane ha terminato di mangiare il Kong, dobbiamo lavarlo adeguatamente. Sciacquatelo sotto acqua tiepida e lasciatelo in ammollo con un po’ di detersivo.

Per la parte interna basta usare un semplice spazzolino o la spazzola per le bottiglie in vetro. Per completare l’opera, riponetelo in lavastoviglie.

Ora è pronto per un nuovo round!

Photo of author
Beatrice Di Mauro
Educatrice cinofila e avida lettrice di fantasy. Mi piace studiare e tenermi aggiornata. Insieme al mio amico Beagle Achille aiuto le famiglie a comprendere il mondo dei cani per migliorare la qualità della vita all’interno del nucleo familiare.

1 Comment

Un commento su “Kong per cani: cos’è e come si usa”

Lascia un commento

SEGUICI SU

EmpathyFood

Blog sull’alimentazione etica e sana.

Gli articoli di approfondimento di questo blog hanno esclusivamente scopo informativo. Le informazioni ivi contenute non intendono in alcun modo formulare diagnosi o sostituire il lavoro del professionista. Consigliamo di contattare il proprio veterinario di fiducia.

Copyright © 2021 · Empathy Food.

Connettiti con noi