Consulenza gratuita +39 3490572210​

Yorkshire Terrier: da scacciaratti a re del divano

Beatrice Di Mauro
Yorkshire

Lo Yorkshire terrier è un cane molto controverso, spesso viene visto in compagnia delle “signore”, è il classico cagnetto che nei film e nei cartoni animati viene affidato alla “nonnina”. 

Ma cosa sappiamo effettivamente di questa razza? È davvero un cane adatto alle “nonnine” della campagna e dei salotti inglesi? Scopriamolo!

Origini dello Yorkshire Terrier

La razza dello Yorkshire terrier è veramente molto recente. Si hanno poche informazioni ufficiali su quali razze di cani siano state utilizzate per ottenerlo, anche se si ha quasi la certezza che abbia sangue esclusivamente Terrier.

Sappiamo che è stato selezionato come derattizzatore, e che è molto bravo nel suo lavoro, perché molto probabilmente per ottenerlo sono stati utilizzati ben quattro tipi di Terrier: Skye, Cairn, Clydesdale e Maltese. 

La sua piccola taglia lo rende un ottimo stanatore, talvolta anche un killer

Veniva utilizzato nelle miniere di carbone in Inghilterra per scacciare topi e ratti anche dalle più piccole gallerie.

Nel corso del tempo è diventato poi un cane da compagnia, il tipico cane da salotto inglese, molto piacevole da coccolare e abbastanza piccolo da essere tenuto in braccio. 

Il  suo famoso pelo lungo lo rendeva adatto ad acconciature e toelettature alla moda.

Oggi è molto diffuso e si vede spesso a pelo corto, perché più facile da gestire.

Aspetto dello Yorkshire Terrier

aspetto yorkshire terrier

Gli Yorkshire terrier sono cani che non pesano più di 3 kg, piccoli e compatti

Il loro portamento è eretto, mostrano grazia e sono molto altezzosi quando camminano. 

Il muso è piccolo, con il cranio piatto e orecchie piccole, a pelo corto e a forma di “V”, preferibilmente erette.

Il muso non è lungo come quello dei classici Terrier: rimane più corto, con gli occhi sempre protetti dal pelo duro delle sopracciglia, ben centrati per uno sguardo dritto e non periferico.

Le zampe sono perfettamente dritte, il petto ampio e la coda, che una volta veniva tagliata  a metà lunghezza, danno un senso di potere che rende questi cani possibili alleati dei gatti nella conquista del mondo.

Il pelo è sempre lungo, sempre color blu acciaio sul dorso e fortemente focato su testa, zampe e addome. 

È difficile da gestire, si annoda e si sporca facilmente. Deve costantemente essere spazzolato perché si creano molti nodi. 

Mai tosare gli Yorkshire, in quanto il pelo perde di lucentezza e vitalità.

Va toelettato a forbici e mai a pelle, sempre tenuto di media lunghezza, anche in estate, per evitare che si scotti al sole.

Carattere e Motivazioni dello Yorkshire Terrier

carattere yorkshire terrier

Gli Yorkshire terrier sono dei Terrier e come tali vanno rispettati. 

Nascono come derattizzatori per evolversi poi in cani da compagnia solo in tempi più recenti.

Hanno un carattere forte, sono caparbi e ottengono sempre quello che vogliono, in un modo o nell’altro, e di solito non è un modo educato e carino. 

Sono molto intelligenti, trovano una soluzione a tutto, ma al tempo stesso adorano le comodità che noi bipedi gli offriamo. 

Sotto tutta quell’aria da duri adorano trovare una cuccia calda e il camino acceso. 

Sono molto attaccati alla famiglia in cui vivono, infatti cercano sempre il contatto con i loro umani, mentre possono risultare addirittura aggressivi con le persone estranee e cani sconosciuti.

Non sono dei gran comunicatori, del resto sono Terrier, e spesso decidono di ignorare i messaggi che gli altri cani gli mandano, facendo di testa loro. 

Sono dei bravissimi attaccabrighe!  

Vanno socializzati sin dall’inizio con cani e persone, per mitigare la loro indole aggressiva. 

D’altro canto, ho, invece, notato che nella maggior parte dei casi non mostrano particolari avversità verso i gatti, con i quali, spesso, possono tranquillamente convivere. 

Proprio per il loro temperamento, gli Yorkshire hanno bisogno di essere educati fin da subito, con fermezza e autorevolezza. 

Un minimo errore potrebbe ribaltare tutti i ruoli in famiglia, soprattutto in termini di condivisione delle risorse e di collaborazione.

Hanno la forte tendenza a mordere perché spesso non vengono rispettati i loro spazi e le loro richieste, a cause dello loro piccole dimensioni che induce molti proprietari a dimenticarsi, ahimè, che si tratta a tutti gli effetti di un cane con le sue specifiche necessità.

Prima fra tutte il movimento

Nonostante la piccola taglia, infatti, questi cani hanno bisogno di fare molto movimento: le uscite quotidiane per espletare i semplici bisogni fisiologici non bastano, a meno che almeno un paio di esse non prevedano delle belle e lunghe passeggiate ricche di odori e di buche da scavare.

Gli Yorkshire hanno, infatti, una grandissima energia e vitalità, amano giocare e condividere il tempo con i loro proprietari.

Adorano le attività di fiuto, in quanto selezionati per trovare e scacciare ratti. 

Per tenerli impegnati e attivi, non guastano mai giochi di ricerca e di naso.

Sono ottimi predatori e se gliene si dà la possibilità, potranno sorprenderci!

Sono molto territoriali e possessivi, per questo è sconsigliato, anzi direi vietato, portargli via oggetti o cibo.

Per quanto siano attaccati alla famiglia, lo sono molto di più alle loro risorse, che possono difendere anche con i denti, e lo fanno volentieri. 

Sono cani con un temperamento spiccato, vogliono comandare e nel 90% dei casi ci riescono.

Un’altra caratteristica degli Yorkshire Terrier è anche quella di essere dei bravissimi allertatori: con la loro vocina sono felicissimi di avvisare tutti i membri della famiglia di eventuali intrusi in casa, o anche all’interno del quartiere, dipende da quanto è grande il loro potere territoriale.

Famiglia ideale dello Yorkshire Terrier

yorkshire in famiglia

La forte tendenza alla possessività li rende poco adatti a famiglie con bambini piccoli che non sono in grado di leggerne la comunicazione. 

Sono poi poco adatti a tutte quelle famiglie che non sono in grado di offrire loro tutto il movimento e le attività di cui hanno bisogno.

Perché sì, diciamolo: gli Yorkshire terrier sono sicuramente dei cani tanto piccoli quanto a volte impegnativi.

Tuttavia, sono impegnativi solo se non si considera la loro stessa natura e cioè quella di cani di tipo Terrier. 

Se prendi consapevolezza di questo fina da subito, se li educhi bene dall’inizio, sei sei disposto a rispettare la loro indole, i loro bisogni e li abitui al contatto con le persone, bè, ti troverai a fianco una compagno di vita eccezionale ed anche un gran giocherellone, col quale potrai fare ogni genere di esperienza.

Pensa, infatti, che ci sono Yorkshire che fanno addirittura Agility Dog o Dog Dance, tutto dipende da come vengono cresciuti, fin dal primo giorno in casa!

Qualsiasi sia la tua famiglia, quindi, e che tu sia o meno alla tua prima esperienza con uno Yorkshire, ha poca importanza se sei disposto a conoscere in profondità la natura del tuo compagno a quattro zampe e soprattutto a farti aiutare, quantomeno inizialmente, da un educatore esperto.

In definitiva, lo Yorkshire Terrier è veramente un cane adatto alle nonnine? Sì, ma solo nonne sprint!

Alimentazione Yorkshire

yorkshire mangia

Per quanto siano dei Terrier, gli Yorkshire sono veramente delicati. A differenza dei loro compagni di gruppo Cinologico, sono fragili e spesso vanno incontro a intolleranze alimentari anche gravi.

Fanno fatica a digerire alimenti troppo pasticciati e facilmente hanno disturbi gastrici.

Per questo accertati sempre di offrire un cibo dalla composizione appropriata e ricordati che per questo puoi sempre contare sul nostra aiuto, attraverso il servizio gratuito di consulenza alimentare!

Per maggiori info, CLICCA QUI.

Un altro problema a volte comune agli Yorkshire Terrier è quello di manifestare inappetenza

In effetti è vero: i cani di piccola taglia hanno un rapporto spesso conflittuale col cibo. 

Tuttavia, il problema risiede, a volte, nella quantità e nella frequenza con cui vengono offerti loro degli extra.

Quello che talvolta noi proletari ci dimentichiamo, infatti, è che lo stomaco di questi cani è grande quanto una pallina da golf e che anche solo un biscottino può riempire totalmente lo stomaco di questi piccoli diavoli.

Oltretutto si tratta di cani che tendono a ingrassare facilmente!

Per questo, meglio dargli cibi magri, soprattutto con una quantità contenta di carboidrati, e limitare gli extra a poche e specifiche situazioni, come le sessioni di gioco.

Attenzione, però all’attività di masticazione, molto importante anche per loro! 

Non esimerti dall’offrire masticativi essiccati e naturali, come polmone, cuore oppure tendini essiccati all’aria oppure piccoli sticks vegetali, scegliendo tra ciò che hai a casa.

Fai solo attenzione a non scegliere alimenti, soprattutto vegetali, per loro tossici. Nel dubbio, clicca qui per leggere una lista di 16 alimenti da evitare.

Con questo tipo di pelo, poi, la lacrimazione potrebbe essere un problema, quindi evita pollo e salmone, se non sei sicuro della loro provenienza.  

In conclusione, anche per ciò che riguarda l’alimentazione gli Yorkshire Terrier non sono cani facilissimi.

Nonostante tutte le accortezze del caso, sono tendenzialmente schizzinosi, non accettano sempre il cibo che gli viene proposto e per questo si deve trattare sempre del cibo migliore in circolazione, ma non solo!

Spesso ad influire sul gradimento del pasto, può essere anche la ciotola stessa o il punto in cui l’hai posizionata.

Se vuoi essere sicuro che il rifiuto del pasto del tuo Yorky non dipenda proprio da questi fattori, puoi leggere tutti i consigli racchiusi in una guida gratuita, che abbiamo creato, sulla gestione della ciotola, elemento molto importante soprattutto con cani così possessivi e territoriali.

Per scaricarla, CLICCA QUI.

Lascia un commento